Fertirrigare l’actinidia è questione di tecnica



Post

L’azienda Zuelli è specializzata nella coltivazione dell’actinidia e grazie alla gestione pilotata della fertirrigazione tramite tensiometro e lisimetro è riuscita a approntare un piano di nutrizione innovativo e ottenere kiwi di elevata qualità con contenuto di sostanza secca medio pari a 17,27%

La gestione della nutrizione delle piante è sempre una fase delicata alla quale, spesso, non viene data la corretta importanza.

Grazie alle nuove tecniche a disposzionione dell’agricoltore si riesce a governare sempre meglio la concimazione. Roberto Zuelli, giovane imprenditore agricolo di Cisterna di Latina (Latina) che abbiamo incontrato nel suo actinidieto, ha scelto la fertirrigazione per concimare il suo frutteto.

È evidente che non siamo in fuori suolo, ma ricorrendo a una gestione pilotata della fertirrigazione attraverso l’utilizzo di tensiometri per gestire l’irrigazione e di lisimetri e analisi dell’estratto acquoso del terreno per gestire le esigenze nutritive, l’approccio è simile.

L’applicazione di questo innovativo metodo colturale è stato possibile grazie all’intraprendenza di Roberto Zuelli. Continua.. Vedi Allegato


Articolo: L'Informatore Agrario

In collaborazione di Silvio Fritegotto e Luigi Pennuzzi